Quando aprire un blog di psicologia?




Mi chiedono spesso come aprire un blog di psicologia, quando è meglio farlo e come usarlo.

PSICOLOGO, FAI LE DOMANDE GIUSTE!


Io ti dico subito che non è così importante trovare immediatamente una risposta a queste domande, ma piuttosto trovare la domanda giusta da farsi.
Se sei una psicologa psicoterapeuta la cosa migliore è partire con la domanda "perché voglio aprire un blog di psicologia"?

Lo dice Enrica Crivello da secoli nel suo blog e lo spiega molto bene Simon Sinek con il suo libro "Start with why", cioè inizia con il chiederti perché fai quello che fai.

PERCHE' DOVRESTI APRIRE UN BLOG DI PSICOLOGIA 



Vorrei aumentare i miei pazienti
Desiderare di trovare più pazienti e far crescere il proprio studio come psicologa è un ottimo elemento da visualizzare, ma non può essere l'obiettivo per l'apertura di un blog. Diciamo che aumentare i pazienti è il risultato che ti puoi aspettare se riesci a rendere il tuo blog di psicologia, interessante e utile per chi lo legge.

Desidero aumentare la mia visibilità sul web
Se essere popolari vuol dire avere di conseguenza uno studio avviato come psicologa, potresti scrivere cose eclatanti o mettere delle foto in costume da bagno... Diciamo che la visibilità va focalizzata su qualcosa di più specifico. Essere visibili sul web purtroppo non è sufficiente perché una persona decida di prendere un appuntamento presso il nostro studio di psicologia.

Voglio far crescere la mia pagina facebook
Sogni di avere migliaia di followers sulla tua pagina facebook professionale e immagini che avere un blog possa aumentare il tuo seguito? Non credo sia così semplice, ma il punto è un altro: per uno psicologo avere una pagina facebook con tanti followers ( cosa generalmente piuttosto rara ), che utilità potrebbe avere? A meno che tu non lavori per grosse aziende con post pubblicitari ( penso per esempio ad una fashion blogger ), che senso ha affannarsi a far crescere i followers di un social? Se una pagina facebook per psicologi con migliaia di followers non ha un ritorno di altrettanto fatturato, è solo un esercizio di stile ma purtroppo inutile e porta via troppe energie ( che invece potresti investire altrove).

Vorrei aiutare le persone che mi leggono sul web
Mi sembra che questa motivazione sia la migliore e si avvicini all'obiettivo principale che ti potresti dare per aprire un blog di psicologia. Renderti utile e scrivere articoli di valore non solo ti renderà interessante per possibili futuri pazienti, ma ti renderà interessante anche ai motori di ricerca che premiano i contenuti di qualità dandogli maggiore visibilità. Tuttavia "aiutare le persone" è ancora troppo generico. E' necessario trovare le persone a cui ti piacerebbe parlare: chi sono, che problemi hanno, in che modo pensi di poterle aiutare, ecc.

UN BLOG DI PSICOLOGIA PARLA ANCHE DELLO PSICOLOGO CHE LO SCRIVE


Ricapitolando chiediti che tipo di psicologa sei: di cosa ti occupi, con che tipologie di pazienti vorresti lavorare, quali sono le tue competenze specifiche, dove e come vuoi lavorare (per esempio in studio, online oppure entrambi) e tutti gli altri dettagli possibili. Solo quando avrai capito chi sei e con chi vuoi comunicare, potrai iniziare a progettare il tuo blog.

Cerchi idee per il tuo blog?
Iscriviti alla mia NEWSLETTER  e ricevi subito in regalo il pdf 52 IDEE PER I POST DEL TUO BLOG DI PSICOLOGIA




© Mentoring per psicologi | marketing per psicologi, branding e comunicazione visiva per psicologiDesign by FCD.